.
Annunci online

TerradiMezzo
luogo d'incontro di esperienze
 
 

Questo blog è nato per i bambini, i genitori e gli insegnanti della classe del maestro Carmelo di una scuola primaria di Torino.

Terra di Mezzo sta ad indicare un luogo in cui tutte queste componenti possono incontrarsi liberamente.
 

 

Nella Terra di Mezzo si raccontano esperienze di vita scolastica, lavori di bimbi e di insegnanti.


Alcune di queste sono applicazioni del Cooperative learning.


 

 

 

 


Scrivimi a:


Disclaimer:
Alcune immagini possono provenire
da internet.
Chi si sentisse danneggiato
nei propri diritti può chiederne
la rimozione.
 

 


 


 

18 aprile 2015
Apprendimento cooperativo e prove INVALSI

Lunedì 13 aprile, per il progetto A Porte Aperte, organizzato dal CeSeDi, con cui collaboro ormai da dieci anni, ho ospitato in classe due insegnanti che desideravano vedere come si utilizza l’Apprendimento cooperativo in classe. Non è stata la prima volta e forse anche per questo i bambini non erano intimoriti, ma si sono dimostrati sereni e accoglienti.

In questa occasione ho adattato alcuni quesiti di geometria (Spazio e figure) tratti dalle prove INVALSI di quinta somministrate nell’anno 2012 – 2013 per capire se con una modalità cooperativa se è possibile utilizzare tali prove come strumento di apprendimento piuttosto che di diagnosi. La modalità cooperativa scelta prende il nome di “Giro di tavolo simultaneo” per il fatto che un gruppo di quattro bambini lavora simultaneamente sugli stessi quesiti. Il tutto si svolge in tre fasi: la prima individuale durante la quale ogni bambino risponde individualmente ai quesiti proposti; la seconda fase è un momento di confronto tra i quattro componenti di ciascun gruppo; la terza fase è un controllo finale, ricco di discussione, con la partecipazione di tutta la classe.

La parte finale di un lavoro cooperativo consiste nella Revisione, ovvero un momento di riflessione su come si è svolto il lavoro.

Di seguito riporto alcune risposte date a due delle quattro domande date per tale revisione. Credo siano osservazioni molto significative, perché mettono bene in evidenza il tipo di clima, di classe, le motivazioni, i risultati da raggiungere, le aspettative dei singoli. Nel caso in cui ci sia necessità di capire o di approfondire conoscenze rispetto al metodo usato, è possibile scrivere all’autore di questo blog.

Una cosa che ho imparato

 

Ho imparato a ragionare.

Ho imparato che anche le risposte dei compagni possono essere giuste.

La cosa che ho imparato è a rispettare le persone.

Ho imparato a collaborare in gruppo.

Ho imparato a capire il mio errore.

Ho imparato che bisogna ascoltare anche le opinioni degli altri.

Ho imparato a non accontentarmi della prima risposta.

Una cosa che ho imparato è che non è necessario finire sempre primi

 

Una cosa per cui sono contento di questo lavoro

Sono contenta perché sono stata in gruppo con delle persone con cui non riesco a stare quasi mai.

Ho imparato a ragionare, perché prima non ragionavo tanto.

Sono contento di aver lavorato con i miei compagni.

Credo di essere migliorata in geometria.

Ora sono più sicura di quello che faccio.

Sono contenta di questo lavoro perché tutti hanno tirato fuori delle idee.

Sono contento di non aver fatto una catastrofe e di aver lavorato con la mia testa.

 Carmelo

13 marzo 2015
Ancora Micromondi
Ora, come evoluzione del precedente percorso, possiamo provare ad ipotizzarne uno simile a questo. I comandi sono gli stessi che si trovano descritti nei commenti del post precente.
Provate a capire come si può fare.



La tartaruga rossa indica il punto di partenza; quella blu il punto e la posizione di arrivo.
Tutta la costruzione è simmetrica e ciò dovrebbe significare qualcosa che riguarda i comandi da scrivere.
Come per altre occasioni, questo "problema" non è importante al fine di una soluzione. E' molto importante per i processi che innesca e che sono richiesti per trovarla. Processi di ragionamento, motivazione.
Questo serve.

Carmelo


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. classe quarta coding didattica

permalink | inviato da TerradiMezzo il 13/3/2015 alle 21:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
11 marzo 2015
Un esempio di coding con Micromondi
Quali comandi occorrono per far scrivere alla tartaruga il seguente percorso?
Ci sono due modalità.
Ricorda che la tartaruga  ora occupa il punto di arrivo; quello di partenza è in basso.


Buon divertimento.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. classe quarta didattica coding

permalink | inviato da TerradiMezzo il 11/3/2015 alle 18:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
25 febbraio 2015
La mia didattica
Ho scritto molti post su valutazione, insegnamento, apprendimento. Desidero presisare le motivazioni che mi portano a tali scelte, anche a fronte di molti anni di sperimentazione, studio, formazione ad altri docenti.
Lo faccio qui con una vignetta postata da una collega che ho conosciuto anni fa.

Ecco, quello che è qui rappresentato è l'esatto contrario di come io vedo l'insegnamento e l'apprendimento. Non un riempimento di teste, ma una costruzione del sapere. Si può non essere d'accordo.
Accettereste che i vostri figli/studenti siano paragonabili a bicchieri sporchi appena svuotati delle loro conoscenze?

Mi piacerebbe leggere commenti in merito a questa mia posizione soprattutto da parte delle persone con cui mi accade di lavorare, ovvero colleghi e genitori soprattutto.

Grazie.
Carmelo

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. didattica classe quarta

permalink | inviato da TerradiMezzo il 25/2/2015 alle 19:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
23 febbraio 2015
Mattinata a scuola

Stamattina a scuola molto lavoro nuovo.

Innanzitutto nel laboratorio di informatica inizio attività con Micromondi, ovvero programmare gli spostamenti della Tartaruga per disegnare percorsi, figure ed esplorare il suo mondo.



Poi, dopo l'intervallo, al lavoro sui problemi. Lavoro in gruppi cooperativi.


Ubìna buona giornata di lavoro produttivo fatto con attenzione e motivazione.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. classe quarta didattica

permalink | inviato da TerradiMezzo il 23/2/2015 alle 15:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
19 febbraio 2015
Coding in classe
Da lunedì cominceremo a lavorare con la Tartaruga per imparare un po' di programmazione al computer finalizzata all'apprendimento della geometria.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. classe quarta didattica coding

permalink | inviato da TerradiMezzo il 19/2/2015 alle 17:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
26 novembre 2014
Verifica in gruppi cooperativi (TGT)
Questa mattina verifica di Storia in gruppo cooperativo.
Gruppi di sei. Ogni gruppo ha a disposizione un mazzo di carte (uguale per ogni gruppo) con sessanta domande sull'ultimo argomento di Storia affrantato. Un componente del gruppo pone la domanda scritta sulla carta; il compagno vicino risponde. Assegnato il punteggio in base alla qualità della risposta (da due a zero), si passa al compagno accanto.
Lavoro di poco più di un'ora per saggiare la qualità dello studio fatto a casa. Al termine ogni bambino ha capito quanto è stato bravo.
Clima di lavoro sereno. Se il lavoro è fatto in gruppo anche le ansie si stemperano, ci si rende conto di quanto si sa, perchè tra pari tutto è meno drammatico.
Poi, a casa, bisogna rimediare alle lacune scoperte in classe.







Carmelo

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. didattica classe quarta

permalink | inviato da TerradiMezzo il 26/11/2014 alle 14:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
25 novembre 2014
Anche alla scuola dell'infanzia
Anche le insegnanti della scuola dell'infanzia si stanno aggiornando sul metodo analogico per la Matematica. Quello che da quatro anni utilizziamo anche noi.
Mi fa piacere avere aperto una strada nuova e soddisfacente per l'apprendimento di questa disciplina. Grazie moltissimo a Camillo Bortolato che ha avuto il coraggio di innovare.



Di seguito alcuni commenti scritti da alcune docenti su FB.

 Corso di formazione sul metodo Analogico di C. Bortolato .
Attivita' di laboratorio . Le maestre in gioco. Ci si diverte con tanto entusiasmo e voglia di imparare.

  • Il corso di formazione più interessante e divertente degli ultimi 10 anni!
  •  Verissimo . Peccato solo pochi incontri. Non sono stata mai cosi' concentrata.
 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. didattica classe quarta

permalink | inviato da TerradiMezzo il 25/11/2014 alle 13:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
16 ottobre 2014
La didattica per competenze

La didattica per competenze si sta diffondendo in Italia molto lentamente, anche se dal 2008 è una raccomandazione europea che impegnava l’Italia a realizzarla entro il 2010. La didattica per competenze richiede un investimento notevole di tempo e la collaborazione di diversi docenti. Questa modalità di lavoro prevede per il docente un modo nuovo di proporre i contenuti e per l’alunno di affrontare lo studio.

La didattica per competenze si basa sull'idea che è importante che i ragazzi imparino non solo i fatti, le idee e i concetti, ma soprattutto che imparino come applicarli nel concreto e come utilizzarli anche in contesti non scolastici, trasformando appunto le conoscenze in competenze.

Per i ragazzi è anche l’occasione per valorizzare le conoscenze acquisite anche al di fuori della scuola. L'obiettivo finale è quello di formare una persona veramente consapevole di ciò che sa e sa fare.

Uno studioso americano B. Bloom, già nel 1956 individuò sei fasi per l’apprendimento. Le riporto nella scala qui sotto. Va letta dal basso verso l’alto, poiché Conoscere e ricordare sono il primo aspetto

del sapere.

 

                                               Creare

Valutare

Analizzare

Applicare

Capire/Descrivere

Conoscere/Ricordare

Se si guarda bene a queste fasi si noterà che il modello spiegazione-interrogazione permette di raggiungere grosso modo il primo gradino della scala. E infatti agli alunni spesso viene richiesto solo di ripetere le nozioni spiegate e di memorizzarle con una ripetuta lettura del testo. Il modello delle competenze invece vuole gettare le basi per andare oltre il terzo gradino e quindi prevede di fare lavorare i ragazzi con problemi più complessi integrando diverse discipline. Successivamente a Bloom, altri studiosi hanno indagato le modalità di apprendimento individuando alcuni aspetti fondamentali di ciò che viene riconosciuto come apprendimento significativo o apprendimento per la vita.

 Quest’ultimo post sulla valutazione dovrebbe chiarire che cosa chiedo agli alunni nelle attività di lavoro e nelle verifiche. Non solo ricordare e ripetere quello che si è letto, ma soprattutto capire, mettere in relazione, utilizzare i concetti affrontati anche in situazioni non necessariamente scolastiche. L’obiezione naturale è che "i bambini della scuola primaria sono ancora piccoli e che gli obiettivi sono troppo alti per loro". La risposta immadiata è la domanda "A che età sarebbero sufficientemente "grandi" per poter affrontare problemi complessi?"

In realtà, e ciò è avallato da ricerche e studi a diverso livello, è bene che si cominci da piccoli proprio per abituare ad un approccio meno basato sulle capacità di memoria, che pure sono importanti, ma sull’abilità di ricostruire il proprio sapere. In realtà si tratta di formare bambini con “una testa ben fatta, piuttosto che con una testa ben piena”.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. didattica classe quarta

permalink | inviato da TerradiMezzo il 16/10/2014 alle 13:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
13 ottobre 2014
La valutazione

Gli insegnanti hanno il compito di fare crescere l'alunno, saperlo valorizzare, mostrargli dove sbaglia e quali possibilità potrebbero scaturire dal miglioramento (Renati e Zanetti, 2009).
L’inadeguatezza degli strumenti di valutazione oggi in uso è evidente soprattutto nelle scuole secondarie, in cui non è sempre chiaro il percorso di apprendimento oggetto di valutazione.
Esiste un tipo di valutazione, chiamata
valutazione autentica, che tiene conto delle differenze individuali tra gli alunni, che rende esplicito l’obiettivo di valutazione e che, attraverso chiari criteri di valutazione, indica quali devono essere le prestazioni per ottenere un risultato apprezzabile in base al compito da svolgere.

Quindi oltre ad avere valore come verifica degli apprendimenti, la valutazione è  molto importante anche perché fornisce una motivazione per svolgere il proprio compito (Ryan e Deci, 2000).
La valutazione, infine, fornisce al ragazzo dei feedback che, come una bussola, gli permettono di capire se sta andando nella direzione giusta nel suo studio.

In alcune situazioni, e sempre avendo come riferimento i criteri di valutazione stilati dall’insegnante  ma discussi con la classe, gli alunni sono invitati ad autovalutare il proprio lavoro. Ciò allena la responsabilità individuale e attiva una ulteriore riflessione sull’impegno e l’effettiva comprensione dei contenuti.

L’insieme delle verifiche e delle valutazioni correlate possono costituire un vero e proprio portfolio, ovvero una raccolta dei propri lavori che rispecchi la progressiva acquisizione di nuove conoscenze e competenze.

Una cartellina o il classico quadernone ad anelli permette di mantenere traccia di tutte le  attività valutate dall'insegnante e autovalutate dagli alunni.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. didattica classe quarta

permalink | inviato da TerradiMezzo il 13/10/2014 alle 15:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Feed
blog letto 1 volte